fbpx

L’operatore logistico, un ruolo sempre più diffuso

operatore logistico

L’operatore logistico, un ruolo sempre più diffuso

Negli ultimi anni, complice l’ascesa del commercio elettronico, la logistica ha acquisito grande importanza. Di conseguenza, anche il ruolo dell’operatore logistico ha sempre più importanza per le aziende, che ricercano addetti alla logistica sempre più qualificati. In questo articolo, quindi, andremo a spiegare qual è il ruolo degli operatori logistici nella gestione della logistica aziendale e quali sono i compiti degli operatori logistici.

Operatore logistico: chi sono e di cosa si occupano gli addetti

Primi di procedere nella spiegazione di qualsiasi altra cosa, andiamo a vedere chi è l’operatore logistico. Gli operatori logistici sono aziende che prestano la propria opera per la gestione dei processi logistici di aziende terze che decidono di esternalizzare la propria logistica. Di conseguenza, a seconda del grado di esternalizzazione, l’operatore logistico, si occupa di tutte le fasi relative ai processi logistici: dal trasporto, alla gestione del magazzino, fino alla gestione degli ordini.

Le tipologie di operatori logistici

Non tutti gli operatori logistici sono uguali, né tutte le aziende hanno esigenza del medesimo operatore logistico. A seconda delle necessità di esternalizzazione dei servizi logistici, infatti, è possibile classificare differenti tipologie di operatori logistici. La classi, denominate PL da Party Logistic, sono in tutto cinque:

  • 1PL o First Party Logistic: è il livello di esternalizzazione più elementare, che comporta solamente la distribuzione dei prodotti dell’azienda; questo genere di operatore logistico, per esempio, è il singolo trasportatore;
  • 2PL o Second Party Logistic: il secondo livello di esternalizzazione comporta comunque la distribuzione dei prodotti, ma, in questo caso, l’operatore logistico si occupa di un’intera fase del processo logistico; operatori logistici di questa tipologia sono le società di trasporto;
  • 3PL o Third Party Logistic: il terzo livello di esternalizzazione della logistica è quello che comporta la gestione completa, o comunque per la quota maggiore, da parte dell’operatore logistico; questi, anche facendo uso di subappalti a 1PL, 2PL o altri 3PL si occupa del ricevimento, magazzinaggio, preparazione spedizioni, confezionamento, trasporto e consegna;
  • 4PL o Fourth Party Logistic: questo è un livello elevato di esternalizzazione della logistica simile al 3PL, ma più avanzato; l’operatore logistico, non si occupa solamente della gestione, ma anche della ristrutturazione del comparto logistico al fine di renderla più efficiente;
  • 5PL o Fifth Party Logistic: è l’ultima evoluzione dell’esternalizzazione della logistica, che riguarda essenzialmente i servizi connessi al commercio elettronico.

Le competenze dell’operatore logistico: quali sono le più importanti per gli addetti alla logistica

La logistica, come detto, ha assunto un ruolo assolutamente rilevante nell’ambito della gestione aziendale. Per questo, la richiesta di addetti alla logistica altamente qualificati è diventata fondamentale per qualsiasi azienda. Le mansioni richieste a un operatore logistico, del resto, sono innumerevoli e, per questo, al fine di lavorare in questo settore è necessario assicurare competenze varie, sia che per ricoprire la figura di semplice addetto di logistica sia per svolgere il ruolo di Direttore della logistica.

La prima, e forse più importante, capacità di cui deve essere dotato qualsiasi addetto logistico è senza ombra di dubbio la capacità di pianificare. È necessario, cioè, saper prevedere, sulla base dello storico aziendale e del periodo dell’anno, quali saranno i carichi di lavoro, elaborando strategie di gestione ad hoc. Questo vuol dire, quindi, sviluppare i processi che consentono di sostenere i processi aziendali, minimizzando i costi della gestione logistica e massimizzando l’organizzazione efficace del procedimento.

Un’altra attitudine fondamentale degli operatori logistici, e dei loro addetti, è di avere una gestione del magazzino che si adatta a tutte le esigenze del caso. In altre parole, l’operatore logistico deve essere in grado di ottimizzare i flussi di merci, disponendoli all’interno dell’infrastruttura nella maniera più efficiente possibile. Per fare questo, spesso, sono necessari appositi software di gestione del magazzino, che permettono di individuare ciascun prodotto nel maniera più semplice e rapida possibile.

Cosa fanno gli addetti della logistica

L’ultimo aspetto sono le mansioni svolte dagli addetti della logistica. Il settore della logistica, infatti, prevede innumerevoli fasi. Questa vanno dalla registrazione delle merci, sia che si tratta di prodotti finiti che di materie prime, alla spedizione delle stessi, passando per il loro stoccaggio all’interno del magazzino. Un addetto della logistica, quindi, deve essere in grado verificare la corretta movimentazione delle merci, sia dal punto di vista dell’integrità del prodotto sia per quanto concerne la regolarità della documentazione di accompagnamento. In particolare, egli registra ogni movimento delle merci e prepara le bolle di accompagnamento delle merci in uscita. Gli addetti della logistica, infine, deve essere in grado di svolgere un altro compito fondamentale: l’inventario del magazzino, che deve essere sempre aggiornato, per conoscere le scorte e gli eventuali approvvigionamenti.