fbpx

IVECO S-Way TurboStar Special Edition: il re torna a rombare su strada

iveco s-way turbostar

IVECO S-Way TurboStar Special Edition: il re torna a rombare su strada

IVECO, azienda leader nella produzione di veicoli commerciali e industriali dal 1975, ha presentato IVECO S-Way TurboStar Special Edition, un’edizione tributata alla leggenda della casa, camion icona del trasporto su gomma durante gli anni Ottanta e non solo: IVECO TurboStar.

Dedicata a tutti i nostalgici, questa nuova versione dell’IVECO S-Way mette insieme passato e presente in un modello che combina il look vintage del TurboStar all’innovazione raggiunta negli ultimi anni dall’azienda. IVECO S-Way TurboStar Special Edition è quindi molto più che un camion dallo stile retrò, è un veicolo funzionale che offre la tecnologia di oggi unita alla classe di ieri.

IVECO S-Way TurboStar, tra storia e valori

Nata dall’unione di cinque aziende collocate in tre paesi d’Europa (Italia, Francia e Germania), IVECO affonda le sue radici in una partnership che rappresenta fin da subito l’importanza data al valore della collaborazione e dell’internazionalità. Oggi, la casa caposcuola del trasporto su strada a livello mondiale è presente in ben 160 paesi del mondo, dove fornisce vendita e assistenza di veicoli industriali, leggeri, medi e pesanti. L’offerta proposta è in continuo rinnovamento ed è garanzia di qualità e avanguardia, con le sue tecnologie motoristiche moderne (quali per esempio biocombustibili, tecnologie ibride o a propulsione elettrica) e attente alla sostenibilità (gas naturale compresso o liquefatto). L’obiettivo è da sempre quello di soddisfare il cliente e le sue esigenze, ed è proprio spinta da questo desiderio che IVECO ha pensato di ridare vita al TurboStar attraverso l’edizione speciale dell’IVECO S-Way TurboStar.

Le caratteristiche del nuovo IVECO S-Way TurboStar

Oggi, il camion rimasto nella storia torna sulla strada nelle vesti del nuovo IVECO S-Way TurboStar Special Edition, un nuovo modello presentato a Misano in occasione del Grand Prix Truck 2021 d’Italia. Grazie a un lavoro basato sull’innovazione, il nuovo modello è equipaggiato con motore Cursor 13 da 570 CV, telaio ridisegnato e progettato in base alla robustezza e alla versatilità di montaggio, fari full LED, Driving Style Evaluation e Driver attention support, climatizzatore a regolazione automatica, misuratore di pressione dei pneumatici integrato, Parking cooler, cambio automatizzato Hi-Tronix 12 marce, spoiler superiore e laterale. L’edizione speciale è anche accessoriata con Connectivity box 4G, Infotainment con navigatore e IVECO Driver Pal, oltre che con il sistema di guida predittivo IVECO Hi-Cruise. Esternamente, l’S-Way TurboStar Special Edition riprende le colorazioni classiche del TurboStar reinterpretandole in chiave moderna, così come sono state riprese le strisce a tre bande lungo la cabina adattandole alle forme del nuovo S-Way.

Per quanto riguarda gli interni, è stato scelto di rivestire i sedili in velluto rosso – lo stesso materiale usato anche sui vecchi TurboStar – con doppie ribattiture in grigio chiaro. I sedili, così come i cuscini e il materassino, sono ricamati con una rivisitazione del classico logo IVECO, logo presente anche in cromo satinato sul vano portaoggetti.

Largo spazio, inoltre, alla personalizzazione – altra punta di diamante della gamma TurboStar – grazie all’ampia scelta di accessori come la cromatura dei cerchioni e delle maniglie porta. Per finire, è stato anche scelto di inserire degli arricchimenti metallizzati sulla calandra e sugli specchi retrovisori, oltre che un bull bar su paraurti e tetto con fari addizionali.

Iveco TurboStar: come è nato il “Re della strada”

Il TurboStar, modello da cui prende ispirazione il nuovo IVECO S-Way TurboStar, fu presentato nel 1984 a Strasburgo come il primo progetto firmato interamente di un’azienda, IVECO, che era nata soltanto da poco. L’idea era quella di creare un autocarro adatto a fare lunghe tratte, ridisegnato nel telaio e con una cabina studiata per essere particolarmente confortevole. Prodotto in più di 50 mila esemplari, è stato uno tra gli autocarri più venduti in Italia, nonché il più iconico grazie alle sue strisce decorative a tre bande rosse, gialle e blu, come i colori dell’azienda, aggiunte proprio nel 1984.

Nella prima versione il mezzo fu equipaggiato con un propulsore sei cilindri, il 190.33, poi diventato “36” e un V8, il 190.42, ma fu solo negli anni Ottanta che fu aggiunto il più potente T-range di serie. Mentre, nel 1992, fu commercializzato il 190.48 Special HP, un modello dotato di decorazioni specifiche e serie in pelle.

È così che, riprendendo alcuni tratti caratteristici del vecchio TurboStar, l’azienda ha contribuito a rafforzare il dialogo tra passato e presente, in un connubio che dà finalmente nuova vita all’autocarro più apprezzato dai camionisti e che si prospetta già come uno dei nuovi best seller IVECO.