Iveco Stralis LNG, la forza dell’alimentazione a metano

Iveco Stralis LNG, la forza dell’alimentazione a metano

Un futuro ecosostenibile per il mondo del trasporto su gomma e, in generale per la logistica, esiste. Tante sono le strade che in questi anni si vanno aprendo. Alcune, addirittura, sono già percorribili. È il caso dei mezzi alimentati a gas naturale, combustibile certamente meno inquinante rispetto al diesel, che già alimenta alcuni mezzi pesanti. Uno fra tutti è certamente Iveco Stralis LNG dove, per i non addetti ai lavori, la sigla LNG sta per liquefied natural gas, ovvero gas naturale liquefatto.

Tutti conosciamo lo Stralis, infatti: uno straordinario mezzo che ha avuto grande successo in tutto il mondo. Tanto sulle strette strade italiane, quanto sulle highway australiane. Finora, però, Iveco Stralis era sempre stato spinto da un propulsore alimentato a gasolio. Dal 1995, tuttavia, Iveco ha concentrato la propria attenzione intorno alla propulsione a gas. Tale impegno ha permesso all’azienda di diventare leader europeo nel settore dei veicoli commerciali e industriali alimentati a metano. Al punto che, attualmente, in Europa circolano circa 11 mila mezzi a metano di Iveco, sia per quanto riguarda le aziende private che nelle pubbliche amministrazioni. I nuovi Iveco Stralis GNL, infatti, grazie all’alimentazione a metano, consentono di rivoluzionare il mondo dei trasporti su gomma. Scopriamo, quindi, questo mezzo.

Iveco Stralis LNG: il sogno del trasporto sostenibile

L’Iveco Stralis LNG, come detto, è la versione a combustibile naturale del fratello maggiore Iveco Stralis. In particolare, nello Stralis LNG il gas naturale è immagazzinato allo stato liquido all’interno di serbatoi criogenici. Ciò significa che il metano, utilizzato per alimentare il motore, è conservato a -125 °C nei serbatoi, da dove viene indirizzato al motore, dopo essere passato all’interno di uno scambiatore termico.

Il nuovo propulsore di cui sono dotati gli Iveco Stralis a gas naturale prende il nome di Cursor 8 LNG. Una motorizzazione dotata di una potenza di 330 cavalli, con cambio manuale, Intarder e EBS di serie. Questa motorizzazione può essere alimentata sia con gas naturale, una miscela di gas di cui il metano risulta essere presente in percentuale maggiore (84%). Sia a biometano, un combustibile che, avendo subito un ulteriore procedimento di upgrading, cioè di raffinazione e purificazione, possiede una percentuale di metano che può arrivare fino al 98%.

Gli Iveco Stralis a metano, pertanto, sono mezzi che possono coprire applicazione dalle 18 alle 40 tonnellate. Inoltre, la loro versatilità li rende i mezzi ideali per distribuzioni sia di carattere regionale che nazionale. Difatti, la configurazione con 4 bombole CNG da 70 litri e un serbatoio criogenico LNG da 510 litri consente di percorrere oltre 750 chilometri.

I vantaggi di un Iveco Stralis LNG

L’impiego di motorizzazioni alimentate a gas naturale liquido consente diversi vantaggi. Sia per quanto riguarda le emissioni nell’atmosfera, sia per ciò che riguarda i consumi di carburanti. Di conseguenze, i mezzi alimentati a gas offrono vantaggi ambientali ed economici. Vediamoli più da vicino.

Vantaggi ambientali dei mezzi LNG

L’uso di mezzi LMG, come Iveco Stralis, presenta numerosi vantaggi di natura ecologica, che ne fanno la soluzione più ecosostenibile nel panorama del trasporto su gomma. Rispetto ad un veicolo dotato di motore diesel certificato Euro 6, infatti, si assiste alla riduzione delle emissioni, sia per quanto riguarda il particolato, sia per ciò che concerne emissioni di NOX e CO2. In particolare, la quantità di particolato è inferiore del 95% rispetto a una motorizzazione a diesel. Per quanto riguarda il NOX, invece, le emissioni calano del 35%.

Discorso a parte, infine, per il CO2. In questo caso, le emissioni calano dal 10% al 100% in caso di utilizzo di biometano. Questo ne consente l’utilizzo nei veicoli a motore, con la conseguente riduzione delle emissioni di gas serra.

La riduzione di emissioni, tuttavia, non riguarda solamente quelle gassose. Rispetto a un motore diesel, il motore alimentato a gas naturale consente di ridurre anche le emissioni sonore medie di 5 decibel. Questo rende i veicoli a gas naturale i mezzi ideali sia per il trasporto urbano, sia per l’utilizzo durante le ore notturne.

Vantaggi economici del trasporto alimentato a LNG

Come accennato precedentemente, il trasporto LNG non offre solo vantaggi di natura ecologica. Accanto a questi, infatti, è possibile snocciolare anche vantaggi di natura economica. A partire dalla riduzione dei costi di carburante. Rispetto al diesel, infatti, il gas naturale ha un costo inferiore fino al 40%. In generale, il Total Cost of Ownership, cioè il costo di esercizio del mezzo, può ridursi fino al 10%.

In termini più concreti, le stime hanno permesso di calcolare che su circa 40 mila chilometri percorsi nel corso di un anno per missioni di distribuzione regionale, il risparmio economico che si ricava rispetto a un veicolo alimentato a diesel ammonta a circa 10 mila euro. Tale risparmio diventa ancora maggiore per quanto riguarda missioni di raccolta rifiuti. In questo caso, le stime hanno permesso di calcolare un risparmio fino a 20 mila euro nel corso di un anno.

Gli Iveco Stralis LNG nella flotta di Smet De Rosa

smet de rosa lng

Per tutte queste ragioni, gli Iveco Stralis LNG sono i veicoli scelti da Smet De Rosa per la propria flotta mezzi. Grazie a un accordo con Iveco, infatti, l’azienda presieduta da Luigi De Rosa si è dotata di un parco mezzi di nuova concezione, a gas metano. Una scelta in linea con i principi dell’azienda, che da sempre punta a ridurre l’impatto ambientale dei propri trasporti su gomma e a rendere la logistica sempre più ecosostenibile.